Profumo di Casa

Fiori freschi


Profumo di primavera

Averli in casa 'fa primavera', e con le loro fragranze possono anche aiutarci a vivere meglio. Perchè allora non prendere l'abitudine di regalarseli, invece di aspettare il 'solito' omaggio?
E' istintivo annusarli, ma sono pochi ormai i fiori che conservano il loro profumo originario. Almeno tra quelli coltivati in serra che si acquistano normalmente nei negozi e sulle bancarelle. Perdono il loro odore, pare, per la mancanza degli sbalzi di temperatura e delle tante variabili della natura, dal tipo di terreno alla qualità  dell'acqua. Quasi come fossero animali che, allevati in cattività , perdono il loro istinto. Non tutti i fiori coltivati in serra, però sono senza profumo.

Per dimenticare l'inverno.

Dal giglio alla fresia, dalla tuberosa al garofano, a certi tipi di rose: non sono molti i fiori profumati che si trovano normalmente in commercio, ma ci sono tutto l'anno.
Quindi un'idea per chi li apprezza è di non farseli mancare, in casa, specialmente nella stagione fredda, sia per sentire un po' meno la mancanza del verde esterno, sia per profumare gli ambienti in maniera naturale. Un po' come fanno le donne nei paesi anglosassoni e del nord Europa, che acquistano i fiori per se stesse, senza aspettare di riceverli in regalo, come invece succede da noi.

Aromi che agiscono sull'umore.

Se non sulla salute, come sostiene l'aromaterapia, il profumo dei fiori in casa può almeno agire sull'umore o suscitare certe emozioni. Cosa chi si sente molto romantica o vuole sottolineare l'atmosfera rassicurante della sua casa sceglierà  delle rose, chi è portata all'azione sia fisica sia mentale, ma anche all'ironia pungente, sarà  in perfetta sintonia con l'aroma speziato del garofano, mentre il profumo del giglio è l'ideale per sottolineare la purezza,
ma anche per indurre la riflessione e la meditazione. E per una serata a due? Niente è più adatto della tuberosa, un fiore che gioca sul contrasto tra il candore della corolla e la sensualità  della fragranza. Un po' come il gelsomino, altro fiore che ha fama di suscitare le passioni, ma che non si può tenere in casa. Circondarsi di fresie, invece, può essere utile per sottolineare un tipo di femminilità  angelica e rassicurante.

Dove metterli?

Mai in camera da letto, si sà, perchè il profumo può disturbare il sonno. Per il resto, un mazzo di fiori, meglio se misto, decisamente più raffinato, sta bene dappertutto. In una grande cucina, il profumo potrebbe essere quello di erbe aromatiche fresche decorative come rosmarino, salvia, alloro ed eucalipto che si possono aggiungere ad altri fiori. Particolare è l'infiorescenza dell'allium, rotonda e formata da minuscoli fiorellini violetti, che sprigiona un lieve, ma inconfondibile odore di aglio: non a tutti piace.

Come farli durare?

Bisogna cambiare l'acqua tutti i giorni ed eliminare le foglioline dai gambi per evitare che appassiscano in fretta o che dal vaso si sprigionino cattivi odori. Anche nel migliore dei casi, però i fiori freschi non durano oltre i 5-7 giorni.

Per creare le tue miscele...

Consulenze: Scuola Agraria del Parco di Monza, Miria del negozio Petali e Paolo Lattuada del Garden Flower Design a Milano, Stefania Brambilla ,'naso' alla divisione fragranze Quest.


ROMAGNOLA PROFUMI S.R.L.
Via Ravegnana n. 373/B 47122 Forli (Fc)
Tel: 0543-795407 int.5 - Fax 0543 795409 - E-Mail: info@romagnolaprofumi.com
CF-P.Iva 03213460409 - Rea: FO290567 - Capitale Sociale: € 70.000 i.v.
Realizzato da Logicamente Srl
Cookie Policy
Parse Time: 0.052 - Number of Queries: 74 - Query Time: 0.0142697258453